Non dire più “una persona con le palle”

L’alternativa seria e importante è “che fa la cacca cubica”

Sono nato nel 1973, sono di “mezza età”. Dall’adolescenza, per quasi 20 anni, avrò detto decine e decine di volte “tizio è uno con le palle” o “tizia è una donna con le palle”: l’uso di qualcosa che è soltanto dei “maschi”, per fare un complimento.
Insomma non avevo idea — non ne leggevo, non ne sentivo parlare — che spesso si faceva e si fa un uso della lingua italiana sbagliato, limitato, limitante e irrispettoso.

Era ed è un problema culturale, quindi è risolvibile e il mio cervello oggi per fortuna riesce a produrre molte di meno di queste frasi.
E, ancora più importante, gli/le adolescenti del 2021 lo fanno molto meno di quelli/e della mia generazione.

La soluzione è il vombato

I vombati sono dei meravigliosi marsupiali australiani , che scavano grandi reti di gallerie.

Sono erbivori e la loro dieta è costituita soprattutto da graminacee, carici, erbe, corteccia e radici. I loro incisivi ricordano moltissimo quelli dei roditori placentati, essendosi adattati a masticare vegetali coriacei. (wikipedia)

Ma una cosa li rende veramente incredibili: FANNO LA CACCA CUBICA!

Ci riescono grazie a grandi variazioni nello spessore dei muscoli all’interno dell’intestino, tra due regioni più rigide e due regioni più flessibili: le contrazioni ritmiche aiutano a formare gli angoli acuti dei cubi.
La combinazione dell’essiccazione delle feci nel colon distale e delle contrazioni muscolari, forma le dimensioni e gli angoli regolari delle feci.
Tutto questo — così sembra — perché comunicano con l’olfatto, e produrre una cacca cubica, che non rotola, consente di lasciare un segnale preciso in un posto preciso e “stabile”. Sono scoperte recenti, di cui potete approfondire qui, su La Stampa.

Da oggi in poi, quando vorrete dire che una persona è speciale, che è in grado di fare grandi cose, avete un’alternativa elegante e seria: potrete dire che è come un vombato, che “fa la cacca cubica”.

Da qui in poi, potete anche non leggere; sono note a fondo articolo, scritte un po’ dall’Andrea adolescente, un po’ da quello di oggi:

  • 🦵 dire “una persona in gamba” è un errore simile a quello delle “palle”, ma al contrario?
  • 🤮 ma quanto sono brutte le “palle” per fare un complimento??!!
  • 🔲 a volte si aggiunge “quadrate” a “palle”. Se penso a questo aggettivo in questo contesto, alle sole due dimensioni , sento un “dolore pazzesco” (cit.);
  • 😮 dedico questo articolo ai miei e alle mie nipoti;
  • 🙏 grazie a Donata Columbro, Vera Gheno e Paola Masuzzo che per quello che dicono, scrivono e fanno, sono sicuramente tra le persone che mi insegnano molto su questi temi. Tutte loro fanno la 💩 cubica!
  • lo so, lo so, non è un gran post, ma è un’estate di merda.

#data #maps #GIS #baci #condivisione. Orgoglioso di essere presidente di @ondatait

#data #maps #GIS #baci #condivisione. Orgoglioso di essere presidente di @ondatait